Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » News »

Taglio agli insegnanti di sostegno

Pubblicato il 28/09/2006 - Letto 1449 volte
Le indiscrezioni sul disegno di legge Finanziaria che il Governo si appresta a presentare annunciano, oltre all'innalzamento del numero degli alunni per classe, la riduzione del rapporto fra insegnanti di sostegno e alunni frequentanti. Se queste notizie nei prossimi giorni venissero confermate porterebbero la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell'handicap) a una decisa azione di protesta

Comunicato stampa

Si avvicina il momento della presentazione della Finanziaria, fra voci, anticipazioni e indiscrezioni, più o meno allarmanti. L'ultima "novità" deriverebbe da un significativo taglio al comparto scuola. Oltre all'innalzamento del numero degli alunni per classe, nel disegno di legge, che il Governo si appresta a presentare, sarebbe prevista la riduzione del rapporto fra insegnanti di sostegno e alunni frequentanti.

Attualmente è ammesso - salvo deroghe in casi gravissimi - il già risicato rapporto di un insegnate di sostegno ogni 138 alunni frequentanti. L'ipotesi che si delinea è di giungere ad un ancòra più restrittivo rapporto di 1 a 168.

L'azione di sostegno è l'unico concreto intervento che consenta una reale inclusione scolastica: il danno, culturale prima ancora che organizzativo, sarebbe di enorme portata, con ricadute negative e pesanti sul diritto allo studio delle persone con disabilità e sulle 170.000 famiglie interessate.

Si tratterebbe fuor di dubbio di una scelta inquietante, contro la quale la Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap, manifesterebbe - nei luoghi e nei modi più opportuni ed eclatanti - il proprio dissenso culturale e politico. Si tratta infatti di un segnale - culturale e politico! - che non riguarda solo l'inclusione scolastica, ma la stessa dignità di tutte le persone con disabilità. Un segnale in controtendenza con lo stesso programma dell'Unione. Un segnale che crea un pericoloso precedente: ciò che finora è stato concesso alle persone con disabilità, può anche essere ridotto, anche se già insufficiente.

L'imminente lettura del disegno di legge della Finanziaria, chiarirà se questa anticipazione sia reale e - se del caso - segnerà l'inizio di una nuova azione di decisa protesta cui la Federazione non si può sottrarre.

26 settembre 2006

Pietro Vittorio Barbieri

Presidente della Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap

Argomenti correlati in rete


Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0