Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » News »

L'Associazione Aladino e il laboratorio Mat.lab.: spazio aperto per incontri ed esperienze

Pubblicato il 7/02/2015 - Letto 1121 volte
Tra le attività previste per il 2015 dall'Associazione Aladino ONLUS, presentiamo il laboratorio di grafica, comunicazione sperimentale e sperimentazione comunicativa per giovani con disabilità «Mat.lab». I/le partecipanti (15 giovani tra i 14 e i 35 anni) potranno sperimentare le abilità necessarie al restauro e al riutilizzo di oggetti dismessi, al recupero di materiali di scarto e alla creazione di piccoli oggetti d'uso quotidiano.
Lunedì 2 febbraio è partito «Mat.lab», il laboratorio di grafica, comunicazione sperimentale e sperimentazione comunicativa per giovani con disabilità promosso dall'Associazione Aladino ONLUS (Federata alla FISH Umbria ONLUS) e finanziato dalla Fondazione CaRiT (Cassa di Risparmio di Terni).

Il laboratorio è pensato per circa 15 giovani con disabilità con menomazioni alle funzioni mentali (in particolare con disagio psichico) con un'età compresa dai 14 ai 35 anni. Come spiega Morena Fiorani - referente del progetto e dell'Associazione Aladino - in un intervista dello scorso 28 gennaio 2015 al quotidiano La Nazione, «Mat.lab" è uno spazio aperto ad incontri, dove fare nuove conoscenze, dove instaurare importanti amicizie».

Come si legge nella pagina del sito dell'Associazione Aladino, «analizzeremo alcune parole e proveremo ad esprimerle con un verso o con un'immagine o con un elemento della stessa, lo cercheremo attorno a noi e lo riproporremo sotto nuove vesti. Impareremo a incidere e poi stampare, che sia carta, stoffa o qualsiasi altro materiale su cui decideremo di sperimentare, curioseremo e daremo spazio alla fantasia. E ancora, potremmo ridare vita a oggetti dismessi, recuperare materiali di scarto, magari cuciremo, magari tingeremo tessuti con le verdure del nostro orto, magari creeremo piccoli oggetti d'uso quotidiano, sicuramente coloreremo il mondo. La creazione di oggetti che poi possono essere barattati o ceduti in cambio di danaro sarà il primo gradino per avviarsi, per chi potrà, verso il mondo del lavoro. Tutte le nostre attività sono coordinate e supervisionate da un educatore dell'Associazione Persone Down di Roma che da più venti anni lavora su progetti e percorsi che portano i soggetti verso l'autonomia, verso l'inserimento lavorativo e la vita indipendente».

«Mat.lab» vuole realizzare importanti obiettivi sia per i/le partecipanti, sia per le loro famiglie.

Per i/le partecipanti gli obiettivi sono:

  • sperimentare nuove modalità di comunicazione attraverso la creatività e la produzione artistica;
  • utilizzare e sperimentare nuovi linguaggi legati al corpo e alla manualità;
  • produrre oggetti e materiali da proporre nei mercatini o in aste di beneficenza (saranno i/le partecipanti stessi/e a presentare i materiali prodotti), al fine di valorizzare e portare all'esterno le loro capacità e potenzialità;
  • contribuire ad una migliore qualità delle relazioni e della vita sociale;
  • favorire nuovi incontri e conoscenze in modo da instaurare importanti amicizie tre i/le partecipanti: giovani con disabilità, volontari, operatori e genitori.

Per le famiglie gli obiettivi sono sia indirette, ossia rivolte al benessere dei/delle propri/e figli/e (come far fare loro delle attività gratificanti o far scoprire loro le capacità artistiche e relazionali e valorizzarle), ma anche dirette, come far sì che questo spazio sia, anche per i genitori stessi, un luogo di relazioni e scambio con altre famiglie.

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0