Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

«Pulire il mondo»… anche dalle barriere architettoniche

Pubblicato il 5/10/2012 - Letto 1541 volte
Un Nera pulito e accessibile. Oltre alla "solidarietà" espressaci dall'ARCI di Terni e da Casa Pound Italia di Terni, in merito alla nostra "battaglia" culturale perché la zona di Ponte Carrara sia accessibile, riportiamo anche il parere della locale Legambiente, che - durante l'iniziativa «Puliamo il mondo» (28, 29 e 30 settembre 2012) - ha espresso la propria opinione affinché l'area di Ponte Carrara e del lungo Nera non solo sia valorizzata e "pulita", ma anche priva di barriere architettoniche.

Evidentemente non è un nostro capriccio, né una questione di poco conto. L'interessamento che le varie associazioni di promozione culturale e sociale di questa città stanno mostrando verso il tema dell'accessibilità della zona di Ponte Carrara - pur provenendo anche da "mondi" distanti tra loro per visioni e idee che ne animano le attività - non può che dimostrare come, ancora una volta, la cittadinanza "attiva" arrivi prima, molto prima, della politica di palazzo, la quale, tra l'altro, ancora continua a tacere.

Per capire che ci sono barriere architettoniche che ostacolano la piena partecipazione ad alcune persone agli spazi pubblici di questa città, basta, a quanto pare, un minimo senso di attaccamento all'idea che uno spazio pubblico deve essere fruibile per tutti, a prescindere da idee politiche complessi circa i concetti di «spazio pubblico» e di «cosa pubblica».

E così, dopo le lettere dei cittadini e le parole di "solidarietà" provenienti dal presidente dell'ARCI (Associazione Ricreativa e Culturale Italiana) di Terni e dal responsabile ternano di Casa Pound Italia (di cui abbiamo detto in questa news), ecco che anche Legambiente di Terni esprime un'indiretta "solidarietà" a quella che è la rivendicazione di un diritto fondamentale dei cittadini con disabilità.

L'iniziativa di Legambiente «Puliamo il mondo» (che si è svolta il 28, il 29 e il 30 settembre 2012) ha previsto che una delle "location" cittadine da pulire fosse la zona di Ponte Carrara, per liberare il verde dai rifiuti nell'area compresa tra i giardini di Via Campofregoso e quelli di Via Lungonera Savoia.

Dalle colonne del Giornale dell'Umbria del 1° ottobre 2012, lo staff di Legambiente Terni così si esprime: «la cosiddetta "Prua" [la zona di Ponte Carrara che si affaccia sul fiume Nera e che dovrebbe congiungersi con la parte sotto il ponte, N.d.R.], ancora poco vissuta e frequentata dalla cittadinanza, meriterebbe una maggiore considerazione da parte dell'Amministrazione, nel senso di una sua valorizzazione sia come luogo suggestivo per apprezzare la bellezza che il fiume ci rimanda, attraverso suoni colori trasparenze e silenzi, sia, come luogo di condivisione, finalizzato allo svago e al benessere. Un luogo, cioè - aggiungono - curato e piacevole dal punto del verde, attrezzato per concedersi una pausa distensiva proprio nel cuore della città, accessibile da tutti i cittadini, senza barriere architettoniche […]».

Salta contenuti del pié di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0