Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

In cima al Monte Vettore con la Joëlette

Pubblicato il 9/07/2015 - Letto 1669 volte
Sabato 4 luglio 2015 un folto gruppo di escursionisti e di escursioniste (i volontari e le volontarie dell'Associazione Stefano Zavka e del Club Alpino Italino, nonché un gruppo di rugbisti e di rugbiste) hanno permesso ad un giovane con disabilità di arrivare, con la joëlette, in cima al Monte Vettore (2.478 metri). Una vetta mai raggiunta prima e un desiderio fortemente voluto che si è trasformato in una realtà.

Il Vettore è il rilievo montuoso più alto del massiccio dei Monti Sibillini, con i suoi 2.478 metri di altitudine, ed Andrea Sansoni, un assiduo frequentatore di uscite con joëlette, ha coronato il suo sogno ed è arrivato in cima alla vetta.

Amante dei Monti Sibillini, Andrea ha fortemente voluto vivere questa esperienza insieme ai volontari e alle volontarie dell'Associazione Stefano Zavka [link a sito esterno] e del Club Alpino Italiano (CAI di Terni) - che hanno organizzato questa uscita - e un gruppo di atleti del Rugby Terni [link a sito esterno], cinque atlete dell'Umbria Rugby Ragazze, e gli allenatori Sergio Depretis e Omar Belli.

Il gruppo di escursionisti ed escursioniste ha affrontato 928 metri di dislivello: da Forca di Presta a quota 1.550 metri, fino alla vetta a quota 2.478 metri. Un'impresa mai raggiunta prima con la joëlette.

I due passaggi più impegnativi dell'intero percorso sono stati superati in totale sicurezza, anche grazie alla presenza di alcuni membri del soccorso alpino.

«È facile immaginare l'emozione e la soddisfazione di tutti - scrivono dall'ufficio stampa dell'Associazione Zavka -, non tanto per la vetta in sé, che pure ha rappresentato la realizzazione di un desiderio apparentemente impossibile, quanto per la condivisione di ogni singolo attimo di fatica, sudore e polvere. Con Andrea a scandire ogni passo con canzoni, battute, risate e considerazioni sulle montagne della sua infanzia, ora incitando, ora contemplando… […] Due ore e trenta per la discesa e già in mente altre montagne da salire… perché il tentativo di coniugare montagna, disabilità e sport è pienamente riuscito».

Salta contenuti del pié di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0