Convenzione Onu: approvazione definitiva

a cura di Francesca Leprotti

Roma 25 febbraio 2009. La Camera dei Deputati ha approvato definitivamente la legge di ratifica della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilitÓ e del protocollo opzionale siglati a New York nel marzo 2007. Approvata anche l'istituzione di un Osservatorio sulla condizione delle persone con disabilitÓ.

Fotografia raffigurante la facciata principale del palazzo del Parlamento italianoLa Camera dei Deputati ha approvato definitivamente la legge di ratifica della Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con DisabilitÓ e del protocollo opzionale, la ratifica diventerÓ operativa dopo la firma del presidente della Repubblica e la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

La Convenzione Ŕ nata per tutelare i diritti di 650 milioni di persone in tutto il mondo e rappresenta una tappa fondamentale nel percorso di accettazione, partecipazione e inserimento nella vita sociale e lavorativa delle persone con disabilitÓ. Dalla sua entrata in vigore entra in vigore, il 3 maggio 2008, Ŕ stata adottata da 192 paesi, firmata da 126 e ratificata, con l'Italia, da 50.

La Convenzione non introduce nuovi diritti, ma si prefigge lo scopo di promuovere, proteggere e assicurare alle persone con disabilitÓ il pieno ed eguale godimento del diritto alla vita, alla salute, all'istruzione, al lavoro, ad una vita indipendente, alla mobilitÓ, alla libertÓ di espressione e in generale alla partecipazione alla vita politica e sociale.

Il trattato colma una lacuna del diritto internazionale e, delineando nel dettaglio i diritti delle persone con disabilitÓ, chiede quel cambiamento di atteggiamento, da parte della societÓ, indispensabile a garantire ad esse il raggiungimento della piena uguaglianza.

Insieme alla Convenzione, Ŕ stata approvata anche l'istituzione dell'Osservatorio sulla condizione delle persone con disabilitÓ, al quale Ŕ affidato il compito di provvedere alla redazione periodica di un rapporto dettagliato sulle misure prese per rendere efficaci gli obblighi sanciti dal documento e sui progressi conseguiti al riguardo.

La Fish - Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap - considera l'approvazione definitiva della Convenzione ONU da parte del governo italiano un risultato epocale per la promozione di una nuova cultura riguardo alla condizione delle persone con disabilitÓ e delle loro famiglie nel nostro Paese.

Resta l'amarezza di dover constatare che nessun organo d'informazione a diffusione nazionale abbia dato la notizia della ratifica di un Trattato che potrÓ cambiare la vita di milioni di persone. Ecco perchÚ si parla spesso di "cittadini invisibili" in riferimento al rapporto tra disabilitÓ e organi d'informazione, ci auguriamo perci˛ che proprio alla luce dei princýpi della Convenzione appena ratificata, possa essere modificato questo stato dei fatti.


Approfondimenti 

Leggi: La convenzione a Terni


Data: 26/02/2009
Sezione: News » Archivio per data » Febbraio 2009
L'indirizzo di questa scheda Ŕ: http://www.cpaonline.it/web/news/data.php?n_id=376